Vita periodico
1945-1946
Titolo
Domani
Sottotitolo
Settimanale di politica lettere arti
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Ommassini & Pascon [da II, n. 1 (6 febbraio 1946)] Tipografia de “Il Gazzettino”
Sede
Direzione, redazione e amministrazione: Frari 2597; redazione di Roma: piazza Melozzo da Forlì 1 [da II, n. 1 (6 febbraio 1946)] Direzione, redazione e amministrazione: Dorsoduro 3228
Numero pagine
Varie (4 o 8)
Formato
41x29,7 [da II, n. 1 (6 febbraio 1946)] 59x42
Prezzo
£. 12 (£. 15 fuori dal Veneto), a.a. £. 600, a.s. £. 300, a. speciale fino al 31 dicembre 1945 £. 150 [da I, n. 7 (13 ottobre 1945)] £. 15, a.a. £. 700. a.s. £. 350
Periodicita`
Settimanale
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Direttore responsabile: Arnaldo Alberti [da II, n. 1 (6 febbraio 1946)] Direttore responsabile: Aldo Alberti
Organi redazionali
Redattore capo: Sergio Levi
Firme e collaboratori
Gino Luzzatto, Umberto Saba, Giuseppe Marchiori, Francesco Pasinetti, Luigi Salvini, Andrè Visson, Antonio Baldini, Enzo Forcella, Giuseppe Antonelli, Benedetto Marzullo, Todero, Cardenio, Beniamino Dal Fabbro, Osservatore, Harold Nicholson, Bruschino, Giovanni Gigliozzi, Aldo Camerino, Umbro Apollonio, Renato Birolli, Renato Giani, Vito Pandolfi, Sergio Levi, Maurizio Ferrara, Bruno Romani, Giancarlo Vigorelli, Giuseppe Pugliese, Ottavia, Annibale Alberti, Arrigo Usigli, Fidelio, Agostino Degli Espinosa, Karel Ciapek, Ignazio Dandolo, Aldo Alberti, Glauco Viazzi, Mario Nordio, Normann Jordan Moss, Alvise Zorzi, Gian Domenico Giagni, Michelangelo Masciotta, G.B. Angioletti, Ugo Casiraghi, Giorgio Granata, Candido Volta, Enrico Terracini, Virgilio Mortari, Silvio D’Amico, Attilio Riccio, Giacomo Debenedetti, Luisa Mortari, Gianni Enzo Reif, Wolf Giusti, Mario Stefanile, Guido Aristarco, Bruno Brunelli, Cassio, Caracalla, Clara Laidlaw, Mario Ancona, Raffaello Levi, Giorgio Prosperi, Alfonso Sterpellone, Victor Alla, Paolo Zenoni Politeo, Guido Piamonte, Luigi Oreffice, Fabrizio M. Apolloni Ghetti, Georges Viennet, Ruggero Jacobbi, Anita Pittoni, Dino Menichini, Luciano Anceschi, Romain Gary, Piero Ferraro, Bruno Cerdonio, Marcello Piazzolla, Manlio Dazzi, Milena Milani
Profilo storico editoriale
Il periodico, espressione di ambienti intellettuali laici e antifascisti, si interessa prevalentemente di informazione e approfondimento culturale: critica artistica (soprattutto pittura), letteratura e critica letteraria, cinema, teatro, radio, racconti, notizie su esposizioni d’arte, recensioni, foto, concedendo poco spazio alle questioni di attualità politica. Nel n. 3 (15 settembre 1945) viene pubblicata la lettera inedita inviata da Manlio Lupinacci a Vittorio Emanuele III che poneva il sovrano di fronte alle responsabilità che si assumeva permettendo che la guerra continuasse, mentre l’editoriale di Bruschino Antifascismo e uomo qualunque, pubblicato sul n. 5 (6 marzo 1946), esprime forti perplessità sulla sincerità dell’antifascismo di Giannini e del suo movimento.
Reperibilita`
Biblioteca Nazionale Marciana; Museo Correr
Collocazione
Bnm: Giorn. 135
Mc: Giorn. C 24/b
Consistenza
Bnm: I, n. 1 (1 settembre 1945) - I, n. 10 (3 novembre 1945); II, n. 3 (20 febbraio 1946) - II, n. 5 (6 marzo 1946) [escluso dalla consultazione]
Mc: I, n. 1 (1 settembre 1945) - II, n. 5 (6 marzo 1946)
Conservazione
Buona
Compilatore
Marco Borghi