Vita periodico
1924
Titolo
Pax tibi Marce pecunia nobis
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Stediv, Padova
Sede
Redazione provvisoria: Piazza S. Marco, sotto le Procuratie Vecchie (Ca’ Foscari)
Numero pagine
12
Formato
35x25
Prezzo
Prezzo goliardico: da una lira al milione, il doppio al di là del canale
Periodicita`
Indefinita
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Gerente responsabile: Paolo Pezzato
Firme e collaboratori
Perticus, Gigi Piva, Rafa [Raffaello Michieli], Bepi Larese, Campogalliani, Nino C., G. Moschetti, Prof. Gianni Doro, Piantalo
Profilo storico editoriale
“Fare una rivista è una cosa al giorno d’oggi un po’ abusata: fare un numero unico goliardico è sempre una cosa geniale. È una cosa geniale per due ragioni: I.a perchè l’idea in questo caso è stata nostra, la II.a perchè bisognava far tutto senza tirar fuori di tasca... un baiocco. (...) L’idea di questo numero unico che come una nuova cometa eclisserà tutta l’inesauribile caterva dei suoi confratelli, è sorta in modo molto semplice. Eravamo alla «Carbonera», davanti a noi stavano alcuni litri di quel vino grosso nero, dolce, che si vende per Rosi genuino. Così fra un bicchiere e l’alto l’idea cominciò a concretizzarsi. (...) Il Comitato di Redazione è rimasto seduto per 15 giorni (nelle sedie abbiamo dovuto mettere delle ciambelle di gomma) per sbrigare l’enorme materiale giuntoci da ogni parte del mondo; articoli cretini e brillanti, poesie con i piedi e senza, tragedie in 12 atti con prologo ed epilogo, novelle che non finivano mai, motti di spirito che facevano accapponare la pelle, ecc., ecc. (...) E qui ci sentiamo in dovere di ringraziare tutti i nostri collaboratori; la sig.na Paris per le sue lezioni di lingua, la matita del pittore Novati e del caricaturista Dureghello, il pittore Lepsky perchè ci ha eseguito cortesemente la bellissima copertina. Il collega Greco perchè ci ha dato elementi per prenderlo per il di dietro, le ditte che ci hanno, più o meno volentieri, data la reclame che servirà a pagare il conto di quello strozzino di tipografo, tutti gli altri fra cui la levatrice che curò il parto e infine noi stessi per il compiacimento di essere stati delle persone così intelligenti”, Per il collegio di redazione Berto, L’odissea del nostro “Pax tibi... pecunia nobis”.
Il numero unico si compone di caricature, vignette, barzellette, storielle umoristiche, versi satirici, novelle, filastrocche, canzoni goliardiche.
Annotazioni
Il titolo è desunto dall’unico riferimento testuale presente sulla copertina che raffigura un leone marciano con il tradizionale copricapo goliardico; in copertina è segnalata una “tiratura al massimo sforzo”. La data di pubblicazione, invece, è ricavata da notizie contenute all’interno della pubblicazione: si parla, infatti, dei periodici “Mimì pagine azzurre” e “La Nuova Venezia” (pubblicati entrambi nel 1924) e del conferimento a Mussolini della (mancata) laurea honoris causa a Bologna (prevista sempre per il 1924).
Reperibilita`
Biblioteca Nazionale Marciana
Collocazione
Numeri unici 136
Consistenza
s.d. [1924]
Conservazione
Buona
Compilatore
Marco Borghi