Vita periodico
1918
Titolo
Savoia!
Sottotitolo
Giornale del XXVIII Corpo d’Armata
Motto
“Sul Piave si vince o si muore!”, Emanuele Filiberto di Savoia
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Officine Grafiche Carlo Ferrari
Numero pagine
4
Formato
50x34
Prezzo
Cent. 10
Periodicita`
Irregolare
Firme e collaboratori
Savoia!, Luciano Ferrante Capetti, Il Tiratore, Api., Nello Mettini, De Guire, V.R., Romanelli
Profilo storico editoriale
Dal punto di vista strettamente contenutistico questo “Giornale del XXVIII Corpo d’Armata” rappresenta un ottimo esempio di “giornale di trincea”, come altri di questo genere pubblicati durante l’ultimo anno della Grande guerra. In questo caso il primo numero esce il 27 giugno 1918, mentre si sta concludendo la cosiddetta Battaglia del Solstizio e sta per essere respinta la maggiore offensiva austriaca dopo Caporetto. Questa particolare situazione condizionerà dal punto di vista dei temi, degli articoli e dei motti anche molti numeri successivi. Il periodico, compilato in genere da ufficiali e distribuito ai soldati, riporta episodi della vita di guerra, ovviamente avendo cura di fornire alle vicende una chiave patriottica. L’intento propagandistico è evidente anche dal grande spazio riservato all’eroismo dei soldati e alla barbarie del nemico. Vengono pubblicate anche numerose poesie. Illustrato e disegnato, il principale disegnatore per i primi 6 numeri è Gonella, ma ce ne sono anche altri.
Annotazioni
Il n. 7 (20 settembre 1918) e il n. 9/10 (25 ottobre 1918) si compongono di otto pagine; alcuni numeri sono stampati con inchiostro diverso. Nel catalogo cartaceo è segnalato anche il n. 9/10 (25 ottobre 1918).
Reperibilita`
Museo Correr
Collocazione
Giorn. B 19/d
Consistenza
[I], n. [1] (27 giugno 1918) - n. 8 (7 ottobre 1918)
Conservazione
Buona
Studi e bibliografia
M. Isnenghi, Giornali di trincea (1915-1918), Einaudi, Torino 1977, ad indicem; Biblioteca di storia moderna e contemporanea, Periodici italiani 1914-1919, a cura di M.L. Cavallo e E. Tanzarella, Roma, Istituto Poligrafico dello Stato, 1989, p. 156. Copia digitale del periodico è consultabile qui e qui.
Compilatore
Daniele Ceschin

per ingrandire l'immagine clicca qui