Vita periodico
1892-1893
Titolo
Socialismo popolare
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Tip. A. Nodari fu B.
Numero pagine
16
Formato
36,5x24
Prezzo
Cent. 10 (arretrato cent. 20), a.a. £. 1,50 (estero £. 1,50 più spese postali)
Periodicita`
Mensile
Cronache locali
Si
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Direttore e gerente responsabile: Carlo Monticelli
Firme e collaboratori
Carlo Monticelli, Mario Rapisardi, Andrea Costa, Camillo Prampolini, Giacomo Maffei, Gregorio Agnini, Giuseppe Barbanti Brodano, Vittorio Gottardi, Enario, C. Bechtinger, Renzetti, Edoardo Polli, Pasquale Martignetti, Paolo Valera (corrispondente dall’Inghilterra), L. Mariano (corrispondente dalla Francia), Manfred Wittich (corrispondente dalla Germania e redattore del “Wähler” di Lipsia), Guido Podrecca, Maffei, P.K., G.L., Osvaldo Gnocchi Viani, C.B., Riccardo Serena, Vindice, A. Balducci, A. Asturaro, Ernesto Coourderoy (o Covderoy), Casilli, De Francischi, De Marinis, C. Lazzari, Candelari, Lazzarini, Arturo Labriola, Angelo Cabrini, Alessandro Pini, A. Gerin. (dall’Austria), Laughing Sackatt, N. Gabrowsky, Filippo Turati, B.A. (dalla Danimarca), Carlo Mercier, Antonio Labriola, Uno spettatore, Un americano, Paolo Lafargue, D. Spadoni, G. Bergamasco, A. Heine (dalla Germania), Oreste, Domenico Santoro, Ateo, Tristano Silvano, E. Romanello
Profilo storico editoriale
La breve stagione del mensile “Socialismo popolare” durò dal giugno 1892 al marzo 1893. Periodico innovativo e, a dispetto del nome, ideologicamente colto, portavoce del socialismo “eclettico” di Carlo Monticelli. “Siamo socialisti; ma nel senso giusto, scientifico della parola. Il nostro socialismo non è quello del papa e dell’imperatore, il socialismo de’ lavativi e dei pannicelli caldi, ma è quello che vuole la scomparsa di tutti i privilegi, politici ed economici. Il nostro socialismo pone a base indispensabile del nuovo ordinamento del lavoro, che va fin da oggi organizzandosi collettivamente nelle campagne, nelle officine, nelle miniere, la proprietà collettiva de’ mezzi di produzione”, cfr. Noi, Due parole per cominciare, I, n. 1 (12 giugno 1892). Il periodico - stampato in molte migliaia di copie, fino a 25.000, e illustrato con pregevoli xilografie e litografie - ospitava articoli, saggi e interventi molto rilevanti, oltre che del suo direttore Monticelli, anche di Mario Rapisardi, Andrea Costa, Camillo Prampolini, Giacomo Maffei, Gregorio Agnini, Giuseppe Barbanti Brodano, Vittorio Gottardi, Edoardo Polli, Pasquale Martignetti, Paolo Valera, Manfred Wittich, Guido Podrecca, Osvaldo Gnocchi Viani, Riccardo Serena, Costantino Lazzari, Arturo Labriola, Angelo Cabrini, Alessandro Pini, Filippo Turati, Carlo Mercier, Paolo Lafargue, Domenico Santoro. Ci sono anche delle foto e qualche vignetta umoristica. Il 26 marzo 1893 dovrebbe uscire il n. 10 dedicato al Comune di Venezia. Nelle intenzioni di Monticelli, la sospensione delle pubblicazioni avrebbe dovuto essere compensata con un settimanale di letteratura socialista, “L’Indisciplinato”, che sarebbe dovuto uscire a partire dal 1° maggio 1893 e i cui redattori avrebbe dovuto essere, oltre a Monticelli, Enario, Arturo Monticelli e E. Romanello.
Annotazioni
Il primo numero viene stampato in 25.000 copie; il n. 8 (31 gennaio 1893) si compone di sei pagine.
Reperibilita`
Università Ca’ Foscari - Biblioteca area umanistica; Museo Correr
Collocazione
Baum: Storia/MF 8 Mc: Giorn. D 31
Consistenza
Baum: I, n. 1 (1892-1893) [collezione microfilmata]
Mc: I, n. 1 (12 giugno 1892) - I, n. 9 (16 marzo 1893)
Conservazione
Mediocre
Studi e bibliografia
Ente per la storia del socialismo e del movimento operaio italiano, Bibliografia del socialismo e del movimento operaio italiano, vol. I Periodici, t. II Periodici tratti dalle raccolte della Biblioteca Nazionale di Firenze, Roma-Torino, Edizioni E.S.M.O.I., 1956, p. 847; M. Zancan, Stampa periodica e formazione del Partito socialista (1890-1892), Padova 1973, pp. 33-39; V. Evangelisti - E. Zucchini, Storia del Partito Socialista Rivoluzionario 1881-1893, Bologna 1981, pp. 54, 248, 254, 257, 264-265.
Compilatore
Daniele Ceschin