Vita periodico
1961-1968
Titolo
La Voce del Lido
Sottotitolo
Periodico informativo a cura dell’Associazione abitanti del Lido [da I, n. 2 (dicembre 1961)] Periodico ufficiale dell’Associazione Abitanti del Lido [da V, n. 1 (febbraio-marzo 1966)] Fascicolo bimestrale dell’Associazione Abitanti del Lido [da V, n. 4 (agosto-settembre 1966)] Organo ufficiale dell’Associazione Abitanti del Lido
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Istituto Tipografico Editoriale S. Nicolò
Sede
Amministrazione e redazione: via Negroponte n. 7, Lido di Venezia
Numero pagine
4
Formato
44x32 [da V, n. 1 (febbraio-marzo 1966)] 49x34
Prezzo
Spedizione in abbonamento postale (non è indicato il prezzo)
Periodicita`
Mensile
Cronache locali
Si
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Direttore responsabile: Giuseppe Sandrelli [da III, n. 1 (luglio 1964)] Direttore responsabile: Aurelio Minazzi
Firme e collaboratori
L.C., D.A.S., Aurelio Minazzi (anche A.M.), Sergio Perulli, Giovanni Canilli (anche G.C.), Ferdinando Sabatino, Luciano Padoan, Anito Scarpa, Giuseppe Mariani, Leo Cappelletto, Giuseppe Monfreda, Bruno Gagliardi, Wiliam Pinarello, Giovanni Bearzi, Ugo Bonel, Pier Luigi Sopelsa, Silvio D’Ambrosi, Tullio Raccanelli, Don Giovanni Musolino, Piero Molesini, Ferruccio Falconi, Diana Gianni
Profilo storico editoriale
“I problemi che interessano il Lido sono veramente grossi e riguardano il presente ed il futuro di questa bellissima ed un tempo promettente isola. Tutti i suoi abitanti possono scrivere, esprimere giudizi, desideri, opinioni. «La voce del Lido» dovrà essere, a partire da adesso, una palestra di idee”, Il futuro di quest’isola, I, n. 1 (ottobre 1961).
Il periodico, che è pure il portavoce dell’Associazione Abitanti del Lido, promuove inchieste e reportage sui problemi dell’isola, intervistando anche personalità politiche, per individuare possibili forme e azioni di rilancio; è pubblicata una posta dei lettori, rubriche di sport e turismo, informazioni di servizio (orari dell’Ospedale), progetti urbanistici. Diversi articoli polemizzano con l’amministrazione comunale per la scarsa opera di valorizzazione del territorio e con l’azienda di trasporti per l’eccessivo costo delle tariffe. Aurelio Minazzi, nuovo direttore del periodico, nel prendere le consegne ricorda che il giornale sarà “più che la Voce del Lido, la Voce di tutti noi che risiediamo nell’isola”; con la nuova direzione aumentano gli articoli firmati e si avverte un maggiore capacità di approfondire e analizzare le questioni di attualità. In occasione delle elezioni amministrative il direttore invita i lidensi a votare i candidati rappresentanti dell’isola, qualunque sia la lista politica di appartenenza, cfr. Opportunità di una scelta, III, n. 3 (ottobre-novembre 1964). Lo stesso Minazzi un anno dopo, nell’editoriale A singhiozzo, ricorderà che il giornale “ha per scopo primo quello di proporre problemi e di cercare insieme la soluzione di essi (limitatamente, è ovvio, a quanto riguarda il Lido) più sono le «campane» che si fanno sentire, più saranno i problemi ed i punti di vista da esaminare, e più dovrebbero essere (dico dovrebbero, perché spesso i reggenti la cosa pubblica delle questioni lidensi si interessano con... troppa calma) la «magagne» eliminate”. Frequenti sono anche gli articoli sui progetti per potenziare le vie di comunicazione cfr, ad esempio, P.L. Sopelsa, Necessaria la “sub” per una più grande Venezia, VI, n. 2 (maggio-giugno 1967), e A. Minazzi, Necessità di una strada, VI, n. 3 (luglio-agosto 1967), sul collegamento Certosa-Murano-Tessera, esprimendo viceversa forti critiche sul canale dei petroli. L’editoriale di P.L. Sopelsa, Ridimensionare il Comune per Venezia storico-turistico lagunare, VII, n. 3 (ottobre 1968), adombra un’ipotesi di separazione dalla terraferma per rilanciare Venezia e il suo estuario.
Annotazioni
Il periodico è distribuito gratuitamente a 8.000 famiglie dell’isola. Il giornale nella sua vita editoriale subisce alcune sospensioni, lo si desume dalla numerazione delle annate e dall’editoriale A singhiozzo, di Aurelio Minazzi, IV, n. 1 (novembre 1965).
Reperibilita`
Biblioteca Nazionale Marciana; Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della Società contemporanea
Collocazione
Bnm: PER.DDS. 174.47
Iveser: Periodici estinti
Consistenza
Bnm: I, n. 1 (ottobre 1961) - I, n. 2 (dicembre 1961); II, n. 4 (marzo 1962); II, n. 6 (marzo-aprile); III, n. 1 (luglio 1964) - III, n. 4 (dicembre 1964); IV, n. 1 (novembre 1965) - IV, n. 2 (dicembre 1965) - V, n. 5 (ottobre-novembre 1966); VI, n. 1 (marzo-aprile 1967) - VII, n. 4 (dicembre 1968)
Iveser: III, n. 3 (ottobre-novembre 1964) - III, n. 4 (dicembre 1964)
Conservazione
Buona
Compilatore
Marco Borghi
per ingrandire l'immagine clicca qui