Vita periodico
1946
Titolo
La nostra vittoria
Sottotitolo
Numero unico nel primo annuale della Liberazione
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
s.i.t.
Sede
Segnalata solo la sede dell’A.N.P.I comitato provinciale, Palazzo Reale, San Marco
Numero pagine
20
Formato
42x29
Prezzo
£. 50
Periodicita`
Numero unico
Pubblicità
Si
Firme e collaboratori
Giuseppe Gaddi (Sandrinelli), G. Bemporad, Giuseppe Turcato (Marco), Giuliano Lucchetta (Abe), Gaetano Coppola (Leone), Wladimiro Zanchi, Mario Balladelli (Massimo), Giorgio, Cesare Longobardi, Enrico Longobardi, Bruno Gucchierato, Ianosich, Alfredo Michelagnoli, gip., Ettore Bellini, lo.ma, Oldo Tra-Bujo, Bruno Candotti, Pablo, Loretta Tiso
Profilo storico editoriale
“L’eroica lotta sostenuta durante due anni di dai partigiani d’Italia, è destinata a costituire il documento sul quale sarà ancora possibile allo storico riconsacrare attraverso l’eroismo delle nuove generazioni la nostra tradizione risorgimentale offuscata da 26 anni di fascismo. Questo numero unico, che lascierà molto a desiderare per l’incerta vicenda dei documenti ad appena un anno dalla liberazione, è redatto da autentici partigiani: i quali, deposte le armi della prima battaglia, impugnano oggi la penna della battaglia civile contro le superstiti forze reazionarie, che vorrebbero sfatare quella loro epopea dalla quale soltanto potrà risorgere un’Italia libera e democratica nell’ambito delle grandi Nazioni civili”, [riquadro in prima pagina non firmato].
Come enunciato nell’editoriale di apertura, il fascicolo si propone di ricordare momenti, figure e vicende della Resistenza soprattutto in ambito veneziano, anche attraverso la pubblicazione di documenti e dati statistici (numero degli organici delle brigate, numero dei caduti, ecc.), ricordi autobiografici, profili di partigiani. Le pagine 10 e 11 tracciano un primo elenco nominativo dei partigiani veneziani caduti suddivisi per le brigate di appartenenza, un discreto spazio è dedicato anche alle questioni legate all’assistenza.
Annotazioni
In copertina vi è la dedica “Ai Caduti per la libertà”; alcuni articoli sono ripresi dal periodico “Vento di montagna” [vedi scheda].
Reperibilita`
Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della Società contemporanea
Collocazione
Fondo Turcato, ultima busta rossa senza numerazione
Consistenza
28 aprile 1946
Conservazione
Buona-mediocre
Compilatore
Marco Borghi