Vita periodico
1914
Titolo
L’Alloro
Sottotitolo
Foglio di cronaca e critica dell’XI biennale
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Tipografia Economica
Numero pagine
4
Formato
45x30
Prezzo
Cent. 10, a. 6 numeri cent. 50
Periodicita`
Indefinita
Organi redazionali
Compilatore: Attilio Teglio; redattori: Mario Girardon, Cesare Picci, Guido Zuffelato
Firme e collaboratori
Attilio Teglio, Guido Zuffelato, Mario Girardon, Cesare Picci, Ettore Romanello
Profilo storico editoriale
“Ecco un giornale del quale si sentiva non il bisogno, ma la necessità. (...) Io sono, forse, lieto oggi, iniziando questa mia nuova piacevolissima fatica, come quando stringo fra le braccia la Donna che amo e che mi ama. Sono lieto perché ho potuto raccogliere intorno a me degli scrittori nuovi, geniali e coraggiosi e perché, diffondendo le loro idee unitamente alle mie, so di fare cosa veramente bella e buona e che, a lungo andare, riuscirà gradevolissima ai nostri lettori, indispensabile alla vita del loro spirito. Non subito, dunque: perché il pubblico non è abituato alla rude franchezza e si troverà, alla prima, disorientato. E’ questione di tempo e di pazienza: noi non domandiamo ora che dell’attenzione”, A. Teglio, Tavole di proscrizione, I, n. 1 (25 maggio 1914).
Nell’editoriale di apertura il compilatore Teglio ne approfitta anche per enunciare le sue dichiarazioni di carattere estetico: “Questo per dire che in noi i grandi nomi e le molte decorazioni non fanno effetto. Nelle sale dell’XI biennale sono esposti dei quadri e delle statue. Noi osserviamo gli uni e le altre senza molto preoccuparci del nome del loro autore. L’opera deve vincere per se stessa, non perché è il prodotto di un artista che ha dato - in altri tempi - del buono e del bello”. Il giornale è composto da lunghi articoli dei redattori sulla biennale d’arte, tranne l’articolo di Ettore Romanello, che viene pubblicato con una nota in cui si sottolinea la discordanza della redazione con quanto scritto, pur nella scelta di pubblicarlo.
Annotazioni
La copia è stata consultata in microfilm; le indicazioni del prezzo, abbonamento per altri sei numeri, sembrano indicare una continuazione del periodico, ma non è sicuro che ne siano stati pubblicati altri. Alla fine del fascicolo viene riportata la scritta “numero saggio”.
Reperibilita`
Biblioteca Nazionale Centrale Firenze
Collocazione
G (mf: Alf 318)
Consistenza
I, n. 1 (25 maggio 1914)
Conservazione
Buona
Compilatore
Giulia Albanese