Vita periodico
1875
Titolo
L’Ateo
Sottotitolo
Periodico settimanale
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Tipografia San Zaccaria
Sede
Redazione e amministrazione: Palazzo Swift, Santa Maria del Giglio 2465
Numero pagine
4
Formato
35,3x24,5
Prezzo
Cent. 5 (fuori città cent. 8; arretrato cent. 10), a.t. cent. 75 (Regno £. 1; estero £. 1,50)
Periodicita`
Settimanale (esce la domenica)
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Direttore: Ferdinando Swift; gerente responsabile: Giuseppe Spinelli
Organi redazionali
[da I, n. 2 (6 giugno 1875)] Redattore: Giuseppe Spinelli
Firme e collaboratori
Giuseppe Spinelli, Ferdinando Swift
Profilo storico editoriale
Il settimanale dal punto di vista del contenuto è sicuramente da considerarsi tra le pubblicazioni anticlericali e razionaliste, in linea del resto con l’atteggiamento del suo direttore Ferdinando Swift. In merito, il programma presentato da Giuseppe Spinelli è molto eloquente: “Il libero pensiero, che colla forza imponente appunto delle rivoluzioni ha rigenerata l’intelligenza, va solennemente procedendo di gloria in gloria, di trionfo in trionfo, e l’umanità sofferente gli rivolge gli sguardi in attenzione dei suoi alti e morali successi. (...) È nostro volere però di non lasciarci trasportare, né da ire, né da passioni partigiane; di non far emergere un partito politico, ma solo con calma e chiarezza fra prevalere la veridicità di ogni nostra asserzione. Ci occuperemo con pacifica assiduità a far risentire profondamente ai più ostinati, ai più idioti, ai VOLONTEROSI IGNORANTI, agli oppositori abilissimi INCETTATORI d’ignoranza, come questi principî sieno quelli assolutamente che infondono amore, vivo amore, al buono, al bello, al giusto, all’utile, e quindi alla PERFEZIONE MORALE; ma però senza mai dipartirci da quella energica e leale schiettezza che discende dalla convinzione del vero”, G. Spinelli, Programma, I, n. 1 (30 maggio 1875). Uno degli obiettivi polemici durante la breve vita di questo settimanale è il quotidiano clericale “Il Veneto Cattolico”. Il quarto e ultimo numero del 20 giugno 1875 viene sequestrato per una lettera di un operaio lesiva dei “principi cardinali del cristianesimo sanzionato dall’art. 1 dello Statuto fondamentale del Regno, e costituente una violazione dell’art. 16 della legge sulla stampa 26 marzo 1848”.
Supplementi
Dopo il sequestro del n. 4 (20 giugno 1875), il 22 giugno 1875 esce un supplemento straordinario di 2 pagine.
Annotazioni
Il quotidiano “Il Tempo”, XV, n. 131 (31 maggio 1875), nell’annunciarne l’uscita sottolinea che “ne fu smaltito un bel numero di copie” tanto da doverne fare una seconda edizione; ancora “Il Tempo”, XV, n. 145 (21 giugno 1875), ricorda il sequestro del numero uscito “ieri”.
Reperibilita`
Museo Correr
Collocazione
Giorn. C 29/c
Consistenza
I, n. 1 (30 maggio 1875) - I, n. 4 (20 giugno 1875)
Conservazione
Buona
Studi e bibliografia
Ente per la storia del socialismo e del movimento operaio italiano, Bibliografia del socialismo e del movimento operaio italiano, vol. I Periodici, t. I Periodici tratti dalle raccolte della Biblioteca Nazionale di Firenze, Roma-Torino, Edizioni E.S.M.O.I., 1956, p. 56.
Compilatore
Daniele Ceschin