Vita periodico
1946
Titolo
L’Interbancario
Sottotitolo
Ad iniziativa delle cellule comuniste dei bancari e degli assicuratori di Venezia
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
s.i.t.
Sede
Direzione, redazione e amministrazione: sezione comunista di S. Marco,  calle della Canonica 349
Numero pagine
Varie (2 o 4)
Formato
40,9x30
Prezzo
s.i.p.
Periodicita`
Quindicinale (varia)
Cronache locali
Si
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Direttore responsabile: dr. Giovanni Tammaccaro [da I, n. 3 (15 febbraio 1946)] Non compare più
Organi redazionali
Comitato di redazione: Giovanni Tammacaro, N. Altieri, F. Mattesco
Firme e collaboratori
Riccardo Ravagnan, Serafino Riva, Giuseppe Gaddi, Nina Cardin, Luigi Sclafani, Nino Toremala
Profilo storico editoriale
Il periodico si propone di tutelare gli interessi di una categoria espressione di un ceto sociale tradizionalmente estraneo, se non ostile, alle forze politiche della sinistra e al Pci in particolare. In prima pagina sono pubblicati articoli di informazione politica - cfr. R. Ravagnan, Il Partito Comunista e i ceti medi, I, n. 3 (15 febbraio 1946), e G. Gaddi, Sindacati apolitici? No, I, n. 5 (1° maggio 1946) - e di attualità del settore (come le riforme bancarie), nella seconda vi sono prevalentemente notizie di carattere aziendale e sindacale. Nel n. 5 (1° maggio 1946), insieme ad una lirica di Lenin, sono pubblicati diversi appelli che invitano a votare per il Pci alle elezioni per la Costituente.
Reperibilita`
Biblioteca Nazionale Marciana; Biblioteca Nazionale Centrale Firenze
Collocazione
Bnm: Giorn. 236.19
BncFi: Gi.2.2677
Consistenza
Bnm: I, n. 3 (15 febbraio 1946) - I, n. 5 (1° maggio 1946)
BncFi: I, n. 1 (27 dicembre 1945) - I, n. 5 (1° maggio 1946)
Conservazione
Buona
Studi e bibliografia
Ente per la storia del socialismo e del movimento operaio italiano, Bibliografia del socialismo e del movimento operaio italiano, vol. I Periodici, t. I Periodici tratti dalle raccolte della Biblioteca Nazionale di Firenze, Roma-Torino, Edizioni E.S.M.O.I., 1956, p. 422.
Compilatore
Marco Borghi