Vita periodico
1885
Titolo
L’Intransigente
Sottotitolo
Organo del Partito socialista veneto
Motto
Frangar, non flectar
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Tip. Francesconi
Sede
Segnalata solo la sede del Circolo socialista Carlo Pisacane: SS. Gio. e Paolo, calle della Testa n. 6392
Numero pagine
4
Formato
50x33
Prezzo
Cent. 5, a.a. £ 4, a.s. £. 2; “Il giornale verrà dato gratuitamente dietro richiesta a chi non può pagare”
Periodicita`
Settimanale
Cronache locali
Si
Organi direttivi
Gerente responsabile gratuito: Arturo Callegari
Firme e collaboratori
Emilio Castellani, Osvaldo Gnocchi Viani, Eraclito Sovrano, Carlo Monticelli, Maso Manzobi, Romeo Mingozzi, Bazzocchi Francesco, La redazione
Profilo storico editoriale
Nell’editoriale di apertura i redattori affermano di essere “socialisti rivoluzionari”, dichiarandosi convinti che “la causa prima per la quale la maggior parte degli uomini si trova abbruttita dall'ignoranza e dalla superstizione, ed oppressa dalla schiavitù politica, è la miseria da cui provengono tutti gli altri mali”. Il programma socialista è riassunto nelle parole d’ordine “rigenerazione sociale dell’intera umanità” e “eguaglianza e solidarietà”. In terza pagina è pubblicato un notiziario socialista con notizie dall’Italia, dalla Germania, dall’America e dalla Spagna, in quarta pagina c’è una rubrica di corrispondenza e la rubrica “Cose locali”. In prima e seconda pagina del n. 1 è pubblicato un articolo dedicato ad Amilcare Cipriani “nobile galeotto, vittima della prepotenza borghese, valoroso comunardo”. Portavoce di un gruppo di anarchici e socialisti veneziani e milanesi favorevoli alla ricostruzione della sezione dell’Internazionale. Nel congresso clandestino di Forlì del 15 marzo 1885, essi riescono a far votare l’ostracismo del “partito costiano” e si costituiscono in “Branca italiana dell’Associazione internazionale dei lavoratori” di cui questo periodico diventa portavoce. Per altre informazioni sulla storia del periodico cfr. L. Briguglio, Per una storia del movimento operaio veneziano. “L’intransigente”, “La Città”, n. 10 (18 marzo 1956), p. 12, altre notizie sul movimento operaio veneziano e sulla stampa socialista nel n. 11 e  n. 12. Un commento sul sequestro del primo numero è pubblicato nella cronaca cittadina del quotidiano “Il Tempo”, XXVI, n. 5 (5 gennaio 1885); sempre “Il Tempo”, XXVI, n. 188 (9 luglio 1885) comunica la condanna di Arturo Callegari (gerente) giorni 16 e £. 151 e Emilio Castellani, reo confesso degli articoli incriminati, a 18 mesi di carcere e multa di £. 1.250.
Annotazioni
Del periodico escono solo cinque numeri, poi le pubblicazioni vengono sequestrate dall’autorità di Pubblica sicurezza. Anche il primo numero subì un sequestro.
Reperibilita`
Biblioteca Nazionale Centrale Firenze; Raccolte Civiche - Milano; Biblioteca "Franco Serantini" - Pisa
Collocazione
BncFi: GF.C.20.6
RcMi: GNEC.C.1911
BfsPi: F.18.24
Consistenza
BncFi: I, n. 2 (11 gennaio 1885) - I, n. 5 (15 febbraio 1885)
RcMi: I, n. 1 (4 gennaio 1885)
BfsPi: I, n. 1 (4 gennaio 1885) - I, n. 5 (15 febbraio 1885) manca n. 3
Conservazione
Buona
Studi e bibliografia
Ente per la storia del socialismo e del movimento operaio italiano, Bibliografia del socialismo e del movimento operaio italiano, vol. I Periodici, t. I Periodici tratti dalle raccolte della Biblioteca Nazionale di Firenze, Roma-Torino, Edizioni E.S.M.O.I., 1956, p. 430; L. Bettini, Bibliografia dell’anarchismo, I.1, Periodici e numeri unici in lingua italiana pubblicato in Italia (1872-1971), Firenze 1972, p. 36; L. Briguglio, Per una storia del movimento operaio veneziano. “L’intransigente”, “La Città”, n. 10 (18 marzo 1956), p. 12; P.C. Masini, Storia degli anarchici italiani. Da Bakunin a Malatesta (1862-1892), Milano, Rizzoli, 1969, pp. 218-219.
Compilatore
Alberto Castelli