Vita periodico
1945
Titolo
Economia veneta
Sottotitolo
Agricoltura - Industria - Artigianato - Commercio - Comunicazioni delle Tre Venezie
Motto
Linea recta brevissima
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Tipografia Emiliana
Sede
Direzione, redazione e amministrazione: via Mazzini 5110
Numero pagine
Varie (15 o 17)
Formato
34,5x24,5
Prezzo
£. 30, a.a. £. 320, a. sost. £ 2000; [da n. 3 (15 dicembre 1945)] £. 50, a.a. £. 550
Periodicita`
Mensile (irregolare)
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Redattore capo responsabile: Luigi Ubaldo Vistosi
Firme e collaboratori
G.B.S., R. Dal Fabbro, Viator, Renato Biasi, Il mercante di Venezia, Luigi Sfriso, Nauta, Ferruccio Mozzi, Giusto Giuliani, Paolo Ranzi, Luigi Ballarin
Profilo storico editoriale
“Desideriamo dire, infine, qualche cosa di ordine generale, desideriamo chiarire quella che si potrebbe definire la «filosofia» o l’anima o l’intimo della nostra rivista. (...) Ognuno ha una fede. Noi abbiamo una fede - nonostante tutto - nella ragionevolezza degli italiani e nel loro buon senso. (...) Oggi, prima di tutto, è necessario ricomporsi, riacquistare il volto serio ed austero che conviene a quei popoli, quali hanno un patrimonio grandioso da tutelare, continuare a sviluppare nella vita del mondo. Questo è il momento della serietà, per gli italiani, in modo particolare, ma anche per tutti gli altri uomini della terra. La serietà è fatta essenzialmente dell’impegno quotidiano del lavoro minuto. Noi faremo del tutto, in questa rivista, per esplicare un simile impegno ed esortiamo quelli che ci leggono e condividono la nostra ansia ricostruttrice e risanatrice a fare altrettanto. Certo non è poco, ma è, forse ed in coscienza, quello che ci vuole”, Linea recta brevissima, I, n. 1 (15 settembre 1945).
La rivista, che vuole rivolgersi in particolare ai piccoli industriali, agricoltori, commercianti e artigiani, è articolata in tre sezioni: Il mondo, La nazione, Le regioni; sono pubblicate note e commenti di politica (internazionale e nazionale), articoli economico-finanziari soprattutto inerenti al Veneto e ai problemi della ricostruzione. Nel primo numero vi è anche un’intervista al sindaco di Venezia, Giovanni Ponti. La linea del giornale denota una particolare attenzione al mondo della piccola industria, dell’artigianato e dei ceti medi produttivi.
Reperibilita`
Biblioteca Nazionale Marciana; Biblioteca Querini Stampalia
Collocazione
Bnm: Per. 1929
Bqs: Per. A 468
Consistenza
Bnm: I, n. 2 (15 ottobre 1945) - l’ultimo numero conservato manca della prima pagina
Bqs: I, n. 1 (15 settembre 1945) - I, n. 3 (15 dicembre 1945)
Conservazione
Buona
Compilatore
Marco Borghi