Vita periodico
1915
Titolo
Fatti e Parole
Sottotitolo
Foglio quarantottesco
Motto
“Sacrificate le vostre convinzioni dinanzi all’urgente necessità di difendersi insieme”, Daniele Manin, 5 luglio 1848
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Tipografia degli operai (Soc. An. Coop)
Sede
Redazione: S. Canciano, Calle Ruzzini n. 5052
Numero pagine
Varie (da 4 a 6)
Formato
La scheda è stata redatta sulla base di una copia microfilmata
Prezzo
Cent. 5 [da I, n. 4 (1 luglio 1915)] a.a. £. 4, a. sost. £. 10
Periodicita`
Settimanale
Cronache locali
Si
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Gerente responsabile: Giuseppe De Zorzi
Organi redazionali
Redattore: Ugo Facco De Lagarda
Firme e collaboratori
Gustavo Modena, Luisa Pirani - Barozzi (poesia), t.b., Giancarlo Zorzi, Francesco dall’Ongaro, Goffredo Pallavicini, Ugo Gragerghi (poema), Enrico Manara
Profilo storico editoriale
Il proposito della rivista, che riprende il titolo di un periodico edito a Venezia tra il 1848 e il 1849, è quello di risvegliare lo spirito “quarantottesco” in questo periodo di guerra; al suo interno sono presenti due sezioni permanenti: Lettere dal fronte e Diario della Guerra. Sul n. 2 (17 giugno 1915) l’articolo In Margine alla guerra, descrive l’atteggiamento e la sofferenza delle donne davanti al richiamo dei loro uomini una volta apparsi il 23 maggio i manifesti bianchi della Mobilitazione generale; a pagina 6 viene ripubblicato l’articolo L’inglesi di Gustavo Modena, già edito nel n. 41 dell’antico “Fatti e Parole” (24 luglio 1848): “di varie nazioni d’Europa mostrammo gli sforzi, degni d’imitazione con cui scossero il giogo straniero". Dal n. 5 (7 luglio 1915) si pubblica una serie di articoli dal titolo Daniele Manin e la difesa di Venezia con estratti di documenti e memorie inedite del tempo. In tutti i numeri viene pubblicato I piccoli soldati dal Re, breve racconto militare documentato del Cap. Enrico Manara. La rivista incornicia in alcune delle sue pagine diversi poemi e bozzetti: La solidarietà umana di Giorgio Facco, La tendenza dei giovani poeti di Goffredo Pallavicini, L’ultimo vate del Cristianesimo, Il pentolone (bozzetto) di Cap. Enrico Manara, La fucilazione in memoria dei martiri di Ca’ Tiepolo di Ugo Gragerghi.
Annotazioni
Nel n. 2 (17 giugno 1915) l’ordine delle pagine risulta poco chiaro; nel n. 5 (8 luglio 1915) vi è solo il frontespizio poi una pagina in bianco, con una scritta a mano in fondo alla pagina De Zorzi Giuseppe.
Reperibilita`
Biblioteca Nazionale Marciana
Collocazione
Giorn. 26.5 (microfilm 40)
Consistenza
I, n. 2 (7 giugno 1915); I, n. 4 (1 luglio 1915) - I, n. 6 (15 luglio 1915)
Compilatore
Silvia Romero Fuciños
Fatti e parole 1915
per ingrandire l'immagine clicca qui