Vita periodico
1931-1945
Titolo
L’Azione Coloniale
Sottotitolo
Settimanale dell’Istituto fascista dell’Africa Italiana [da XIV, n. 8 (24 febbraio 1944)] Organo degli italiani d’Africa
Motto
“Gli imperi per sicuramente tenere bisogna popolarli e da metropolitani che posseggano una definita coscienza imperiale”, motto assegnato dal Duce a «L’Azione coloniale» il 2 marzo XVIII
Luogo di pubblicazione
[da XIII, n. 34 (18 novembre 1943)] Venezia
Tipografia - Casa editrice
Tip. de “Il Gazzettino”
Sede
Direzione e amministrazione: Palazzo De Polignac, S. Vio 870 [da XIV, n. 4 (27 gennaio 1944)] Direzione e amministrazione: S. Marco, calle degli Stagneri n. 5238
Numero pagine
2
Formato
52,5x42,7
Prezzo
Cent. 50, a.a. £. 20 (estero £. 50), a. sost. da £. 300 in più, a. ben. £. 1.000, a. fondatore £. 5.000 [da XIV, n. 15 (13 aprile 1944)] Cent. 70, a.a. £. 35 (estero £. 65) [da XV, n. 4 (25 gennaio 1945)] £. 1,50, a.a. £. 75 (estero £. 75)
Periodicita`
Settimanale (esce ogni giovedì)
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Direttore responsabile: Marco Pomilio
Firme e collaboratori
Marco Pomilio, Amilcare Preti, Aldo Andreoli, Guido Caromio, G.M. Sangiorgi, Victor, Marmarico, E. Branzoli Zappi, Giancarlo Castagna, V. El Khuer, Arnaldo Berardinelli, Gino Cerbella, Eugenio Libani, Raffaele Corso, Francesco Corò, Ain Zara Magno, Fabio Roversi, Pier M. Bianchin, G. Macaluso-Aleo, Antonio Pugliese, Edmondo Pietrosi, Gino Terra, Carla T. Mazzoni, Renato Gri, Giuseppe Pannese, Mario Coppola, Alfredo Cucco, E. Del Pozzo, Decio Gueli, Edipi, Observator, Ezio Maria Gray
Profilo storico editoriale
“In Venezia, signora splendida dei mari e seminatrice generosa di prestigio e di civiltà in terre lontane, noi riprendiamo con certezza serena il nostro lavoro. La bandiera de L’Azione Coloniale che da tredici anni garrisce all’avanguardia del nostro movimento d’espansione, torna a sventolare nella bruma fredda d’un rigido novembre”, M. Pomilio, Ripresa, XIII, n. 34 (18 novembre 1943), p. 1.
Gli organi del giornale, come quelli di altre numerose testate, dopo l’8 settembre 1943 si trasferiscono da Roma nell’Italia Settentrionale al seguito del governo della Repubblica sociale italiana. Il periodico pubblica prevalentemente articoli, notizie e fotografie dedicate al colonialismo (attraverso il Notiziario africano e la rubrica Posta degli Italiani d’Africa) e l’espansionismo fascista, vi sono anche editoriali di attualità politica, militare, internazionale, frequenti sono i reportage e i comunicati dal Giappone e dall’estremo Oriente, i pezzi chiaramente sono tutti in favore dell’Asse con toni accesamente antinglesi. Il n. 19 (9 maggio 1944) è un fascicolo di quattro pagine dedicato all’ottavo annuale dell’impero. Alcuni articoli di Francesco Corò rievocano l’espansionismo veneziano ai tempi della Serenissima.
Annotazioni
Fino al settembre 1943 il periodico viene pubblicato a Roma.
Reperibilita`
Biblioteca Querini Stampalia; Università Ca’ Foscari - Fondo storico
Collocazione
Bqs: Per. A 19
Caf: Per. B 251
Consistenza
Bqs: XIII, n. 34 (18 novembre 1943) - XIV, n. 47 (23 novembre 1944); XIV, n. 49 (7 dicembre 1944) - XV, n. 8 (22 febbraio 1945)
Caf: XIII, n. 35 (25 novembre 1943) - XIII, n. 37 (9 dicembre 1943); XIII, n. 40 (30 dicembre 1943); XIV, n. 2 (13 gennaio 1944) - XIV, n. 3 (20 gennaio 1944); XIV, n. 6 (10 febbraio 1944); XIV, n. 8 (24 febbraio 1944)
Conservazione
Buona
Studi e bibliografia
M. Viganò, Un periodico nella Repubblica Sociale Italiana: “L’Azione coloniale”, consultabile qui; M. Borghi, La stampa della RSI 1943-1945, Milano, Guerini e Associati, 2006.
Compilatore
Marco Borghi