Vita periodico
1926
Titolo
L’Illustrazione dei piccoli italiani
Sottotitolo
Periodico quindicinale
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Tipografia “Serenissima”
Sede
Redazione: Santa Croce 1514
Numero pagine
12
Formato
31,5x21,5
Prezzo
£. 1, a.a. £. 20 (estero £. 40)
Periodicita`
Quindicinale
Organi direttivi
Direttrice: professoressa Ester Borro
Firme e collaboratori
E.B. [Ester Borro]
Profilo storico editoriale
Il giornale si presenta con questa dichiarazione: “In questi ultimi anni la Scuola elementare ha subito in Italia un profondo rinnovamento inteso a favorire lo spontaneo sviluppo dello spirito. E’ necessario che i piccoli si interessino alle principali espressioni di questo rinnovamento, e fermino la loro attenzione devota e riconoscente su Coloro che lo preparano e che lo attuarono. In ciò essi saranno aiutati anche da questo giornalino, il quale nasce oggi, e che a tutti loro è dedicato con amore. Come si avverte facilmente, esso è superiore agli altri messi in commercio: superiore per la ricchezza esterna, ma sopra tutto per l’intimo valore educativo, che lo rende prezioso così per i piccoli come per ogni adulto in cui vibri l’animo dell’educatore. Questo giornalino presenta, infatti, in forma facile e piacevole, secondo i principi della Pedagogia moderna, un materiale vario ed interessante, sapientemente distribuito in cinque rubriche diverse:
1. Notizie importanti
2. Le bellezze d’Italia
3. Lezioncine piacevoli
4. Novella
5. Pagine per l’adolescenza
Con la prima rubrica esso vuol ottenere che i piccoli si interessino agli avvenimenti pubblici che li riguardano (feste scolastiche, gare ginnastiche, concorsi a premio ecc. ecc.) ed inizino così la loro vita civile. Con tutte le altre rubriche mira ad assecondare ed a integrare l’insegnamento della scuola e della famiglia, e ad attivare il potere di autoeducazione. Malgrado la formale divisione in rubriche, l’unità sostanziale è il pregio maggiore di questo giornalino, che ogni lettore può seguire con interesse sempre crescente dal principio alla fine, senza stancarsi, e con vantaggio per l’essenziale unità dello spirito”.
Reperibilita`
Biblioteca Nazionale Centrale Firenze
Collocazione
Gi.II.2030
Consistenza
I, n. 1 (1 ottobre 1926)
Conservazione
Buona
Compilatore
Giulia Albanese