Vita periodico
1894
Titolo
Fascio Ferroviario Italiano
Sottotitolo
Sezione Venezia. Bollettino Ufficiale
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Prem. Stab. Tip Lit. A Vapore C. Ferrari
Numero pagine
2
Formato
38x27
Prezzo
s.i.p.
Periodicita`
Indefinita
Cronache locali
Si
Organi direttivi
Segnalato solo il segretario: Scipione Vighy
Firme e collaboratori
Scipione Vighy
Profilo storico editoriale
“L’autonomia essendo stata decisa nel Congresso di Roma - (sempre però rimanendo, circa l’indirizzo del «Fascio», quell’accordo e quell’unione indispensabili pel successo della lotta comune) - abbiamo pensato, con maggiore libertà di azione, di affermarsi in questa nuova vitalità, colla pubblicazione di un «Bollettino» ogni qual volta lo riterremo necessario. - Nel nuovo periodo dunque che si apre - è bene che le nostre forze si stringano: così nello spirito di solidarietà e di unione che ci animano, questo mezzo che ci permette l’esatta conoscenza delle cose nostre [seguono alcune righe non leggibili, visibili solo a metà]. Il restringerci a questioni platoniche di regolamenti interni, e il mostrarci indifferenti sull’imposizione del sopralavoro non rimunerato, come se fosse cosa lecita, anzi indispensabile per la vita sociale - equivale a togliere affatto le ragioni vitali di lotta, le cause principali che determinano la nostra esistenza (...). I comizii a Udine e a Venezia pel «deficit delle Casse Pensioni»; la dimostrazione grandiosa e le dovute onoranze alle vittime di Alano Fener; il comizio a Udine per i «Cottimi» imposti alle stazioni; l’iniziativa sull’applicazione della legge dei probi viri: le cause giudiziarie in corso; i rapporti particolareggiati all’Ispettorato governativo - senza annoverare molto altri non facili compiti che ci siamo assunto - sono la prova più evidente della verità delle nostre asserzioni”, Ai soci della Associazione, n. 1 (gennaio 1894).
Il Bollettino pubblica i seguenti articoli: Cassa assicurazione Collettiva Sezionale; Relazione sulla proposta dell’istituzione dei collegi di “Probi-Viri” (legge del 15 giugno del 1893) per gli agenti delle ferrovie italiane, proposta fatta dalla Sezione di Venezia e accolta dalla collettività dei ferrovieri italiani (“per ora, in quanto si può accettiamo questo piccolo mezzo che la legislazione ci accorda; allo stesso modo che non crediamo conveniente il non servirci per esempio della cabina del voto al tempo delle elezioni”). Numerosi sono i riferimenti e le lodi alle  lotte dei ferrovieri in Francia e degli operai in Inghilterra; sono anche segnalati gli incidenti e le morti sul lavoro, vengono inoltre riferite le cause giudiziali in attivo. È anche pubblicato il “Riassunto Finanziario della Gestione del 1893” a firma del segretario.
Annotazioni
Le pagine non sono numerate; parte dell’editoriale di apertura e diversi paragrafi risultano illeggibili. Il periodico è stato consultato su una copia microfilmata.
Reperibilita`
Università Ca’ Foscari - Biblioteca area umanistica
Collocazione
Storia MF 8
Consistenza
n. 1 (gennaio 1894)
Compilatore
Silvia Romero Fuciños