Vita periodico
1961-1969
Titolo
Calcio Venezia [da III, n.s., n. 23 (18 agosto 1962)] Venezia Sport [da VII [ma VIII], n. 1 (21 settembre 1968)] Venezia sportiva
Sottotitolo
Giornale sportivo di rapida lettura [da III, n.s., n. 23 (18 agosto 1962)] Tutto il calcio neroverde [da III, n.s., n. 26 (22 settembre 1962)] Neroverde di rapida lettura [da VII [ma VIII], n. 1 (21 settembre 1968)] Periodico indipendente di informazioni sportive [da VIII, n. 12 (8 marzo 1969)] Quindicinale indipendente di informazioni sportive
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Tipografia Commerciale [da III, n.s., n. 23 (18 agosto 1962)] La Tipografica [da III, n.s., n. 33 (17 novembre 1962)] Editore Marcello Boschello (Tipografia Sport) [da IV, n. 18 (14 settembre 1963)] Editore Marcello Boschello (Tipografia Commerciale)  [da IV, n. 21 (5 ottobre 1963)] Editore Marcello Boschello (Tipografia Sport) [da V numero di luglio] Editore Marcello Boschello (Tipografia Commerciale) [da V, n. 21 (12 settembre 1964)] Editore Marcello Boschello (La Tipografica) [da VII [ma VIII], n. 1 (21 settembre 1968)] La Tipografica [da VIII [ma IX], n. 1 (13 settembre 1969)] Tip. Commerciale
Sede
Direzione e redazione: casella postale 381 (distribuzione Messaggerie Venete) [da IV, n. 7 (4 maggio 1963)] Direzione e redazione: casella postale 372 [da V, n. 1 (4 gennaio 1964)] Direzione, amministrazione e redazione: S. Croce 2328 [da V, n. 21 (12 settembre 1964)] Corrispondenza: c.p. 372 [da VII [ma VIII], n. 1 (21 settembre 1968)] Direzione e redazione: casella postale 372
Numero pagine
4
Formato
57,5x41 [da VII [ma VIII], n. 1 (21 settembre 1968)] 59x42
Prezzo
£. 20 [da IV, n. 7 (4 maggio 1963)] £. 30 [da IV, n. 11 (8 giugno 1963)] £. 35 [da IV, n. 23 (19 ottobre 1963)] £. 40 [da V, n. 1 (4 gennaio 1964)] a.a. £. 2.000 [da VII [ma VIII], n. 1 (21 settembre 1968)] £. 50 [da VIII [ma IX], n. 1 (13 settembre 1969)] £. 60
Periodicita`
Settimanale [n. 26 (24 ottobre 1965)] Quindicinale
Cronache locali
Si
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Direttore responsabile: Ugo Longo [da IV, n. 7 (4 maggio 1963)] Direttore responsabile: Dante Manzella
Firme e collaboratori
Gian Mario Maletto, Ugo Longo, Libero Veneto, Paolo Marzi, Aurelio Minazzi, Enrico Crespi, Rino Bulbarelli, Lucio Porro, Aldo Boccuni, Sante Restivo, Mariolino Ubezio, Nino Oppio, Emilio Violanti, Domenico Chiesa, Lucido Pare, Brunello Tanzi, Gianni Lupo, Leo Re, Evenio Visioli, Mario Mezzi, Aldo Di Graci, Nereo Antoniutti, Bobo Vianello, Luigi Geraci, Lino Dubacco, Carmelo Pappalardo, Renzo Valli, Angelo Rovelli, Dante Manzella, Mario Altavilla, Fausto Sinigaglia, Giulio Volonteri, Silvio Giammusso, Lucio Marini, Aldo Dindelli, Raoul Roveratto, Fausto Vicino, Lucio Mujesan, Aldo Romoli, Gino Rossi, Renzo Roveratto, Lucio Fontanini, Gennaro Rambone, Mario Alberti, Fernando Salina, Andrea Marcello Sandi, Bruno Bartoli, Marcello Ferriani, Giuseppe Giorgi, Carmelo Lo Prete, Ettore Merlo, Gino Valsecchi, Felice Marangoni, Gianfranco Cavizzago, Giovanni Colombo, Mario Attaguile, Giorgio Camuffo, Carmine Silas, Marino Burba, Elio Meniconi, Luigi Ceolin
Profilo storico editoriale
“Nel coro della stampa sportiva si innesta la voce di Calcio Venezia. La passione sportiva è fortemente sfruttata in Italia da avventurieri della penna, alcuni dei quali vestono addirittura manti regali. Il tifoso solitamente non legge: beve. La pochezza stilistica di alcuni cronisti (ovvero la tracotanza stilistica) è niente davanti alla totale mancanza di umanità che caratterizza varia prosa sportiva. Lo sport è un fatto umano, di costume quindi di civiltà. Travisarne gli intenti, umiliarlo, è azione deplorevole. Calcio Venezia vuole esaltare il fatto sportivo e il fatto umano implicito in esso. La squadra neroverde è una realtà calda, eccitante, che infiamma, nella buona e nella cattiva sorte. I personaggi del clan neroverde, dal presidente fino all’ultimo rincalzo, sono figure umane, traboccanti di passione. Calcio Venezia ne dirà il travaglio, il sacrificio, la volontà e la bravura, che sono gli ingredienti per conseguirne la vittoria”, [Riquadro in prima pagina], I, n. 1 (19 agosto 1961).
Il periodico si occupa sia delle vicende agonistiche sportive con analisi e commenti di carattere tecnico che di quelle societarie: al suo interno vi sono interviste e un breve notiziario sulla cronaca sportiva settimanale, classifiche e risultati, profili delle formazioni avversarie, numerose foto, posta dei lettori. Interessante il dibattito che si sviluppa sulla progettata costruzione del nuovo stadio nei pressi di Forte Marghera. Sul n. 16 (12 maggio 1962) un comunicato informa che il 30 aprile il direttore Ugo Longo aveva rassegnato le dimissioni “per ragioni strettamente personali” e che l’editore le ha respinte.
“Da questo numero Calcio Venezia si trasforma in Venezia Sport, testata più congeniale allo spirito a cui il giornale si ispira. Nulla muta nella struttura grafica, rimangono i colori tradizionali, rimane il formato, rimane lo staff redazionale, e rimane soprattutto la preziosissima e impagabile libertà di informare e commentare. Venezia Sport si accinge quindi a continuare il combattimento contro gli arruffoni, gli improvvisatori, i pressapochisti, gli incompetenti e i mille farabutti che si annidano, in varia veste, nel calcio italiano. Con Venezia Sport che vigila, sarà difficile approfittare della passione sportiva dei veneziani per il proprio tornaconto, sia finanziario che politico, o più semplicemente per soddisfare le proprie ambizioni personali. Venezia Sport quindi apparirà nelle edicole puntualmente, a informarvi di tutto ciò che succede nel calcio della laguna, e in modo particolare per informarvi di quello che accade nel clan neroverde”, Al lettore, III, n.s., n. 23 (18 agosto 1962). I primi numeri della nuova serie si interessano soprattutto sulla crisi societaria del Venezia, rubriche di posta dei lettori, ma anche sul calcio Mestre, e qualche volta della Reyer, in ultima pagina classifiche. Un comunicato, pubblicato sul n. 33 (17 novembre 1962), annuncia, con una certa soddisfazione, che da oggi il periodico può disporre di una tipografia propria (Tipografia Sport, S. Croce 2328) “sono ormai lontani i tempi in cui Calcio Venezia veniva stampato in un’altra città e portato in treno sulla laguna, il sabato sera”. Sul n. 1 (5 gennaio 1963) l’intervento di U. Longo, Senz’ali non può, è dedicato agli 80 anni della Bucintoro, dello stesso autore il commento sull’episodio del lancio delle bottigliette, cfr. Gli spalti e i giovani, IV, n. 4 (26 gennaio 1963). Con la direzione Manzella uno spazio maggiore è riservato al calcio minore (generalmente curato da Fausto Sinigaglia e poi da Gianfranco Cavizzago e ancora da Sinigaglia), agli altri sport e allo stato carente delle strutture sportive cittadine; il periodico sembra essere più attento alle vicende societarie che agli aspetti di carattere tecnico ed agosnistico. L’intervento di D. Manzella, Stadio, IV, n. 26 (9 novembre 1963), torna ancora sull’opportunità della costruzione del nuovo stadio in prossimità di Forte Marghera, un tema questo che sarà ampiamente trattato da “Venezia Sport” anche nei numeri successivi. Un comunicato pubblicato sul n. 26 (24 ottobre 1965) avverte i lettori che dal prossimo numero il giornale uscirà solo in occasione delle partite interne del Venezia. Dal n. 16 (2 aprile 1966) al n. 21 (11 giugno 1966) viene pubblicata un’inchiesta, curata da Valerio Zanta, tra i veneziani sul nuovo stadio. Il n. 22 (18 agosto 1966) è un fascicolo speciale sul precampionato. Il n. 27 (12 novembre 1966) esce regolarmente ma in formato ridotto a seguito della recente alluvione. Una nota del direttore, pubblicata sul VII [ma VIII], n. 1 (21 settembre 1968), ricorda che la pubblicazione è il seguito di “Venezia sport” così come “Venezia sport” fu il seguito di “Venezia sportiva” pubblicata nella stagione 1962-1963, con questa serie viene assegnato più spazio agli altri sport e alle squadri calcistiche minori; sulle colonne del giornale continua ancora la campagna per la costruzione del nuovo stadio in terraferma.
Annotazioni
Dal n. 2 (26 agosto 1961) viene segnalato come nuova serie. Il 1962 è indicato come anno III invece di II. Dal 12 maggio 1962 fino al 22 settembre 1962 il periodico esce come supplemento al periodico “Calcio Triveneto” [vedi scheda]. La numerazione di alcuni fascicoli è errata e, dal 1965, non viene più ordinata per anno solare ma progressiva per la stagione calcistica.
Reperibilita`
Biblioteca Nazionale Marciana
Collocazione
Giorn. 232.1 (Calcio Venezia; Giorn. 232.2 (Venezia Sport); Giorn. 232.3 (Venezia sportiva)
Consistenza
I, n. 1 (19 agosto 1961) - III, n.s., n. 21 (16 giugno 1962); III, n.s., n. 23 (18 agosto 1962) - III, n.s., n. 24 (1 settembre 1962); III, n.s., n. 26 (22 settembre 1962) - IV, n. 1 (5 gennaio 1963); IV, n. 3 (19 gennaio 1963) - IV, n. 19 (21 settembre 1963); IV, n. 21 (5 ottobre 1963) - VI, n. 11 (31 dicembre 1965); VI, n. 13 (5 febbraio 1966) - n. 29 (17 dicembre 1966); VII, n. 2 (21 gennaio 1967) - n. 11 (20 maggio 1967); VII, n. 13 (9 settembre 1967) - VIII, n. 12 (15 giugno 1968); VII [ma VIII], n. 1 (21 settembre 1968) - VIII, n. 12 (8 marzo 1969); VIII, n. 14 (12 aprile 1969); VIII [ma IX], n. 1 (13 settembre 1969).
Conservazione
Buona
Compilatore
Marco Borghi