Vita periodico
1964
Titolo
Edison
Sottotitolo
Numero unico per i lavoratori delle fabbriche Edison
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Tipografia Commerciale
Numero pagine
4
Formato
43x29
Prezzo
s.i.p.
Periodicita`
Numero unico
Pubblicità
Si
Firme e collaboratori
M.A., I.P., I.S., A.B.
Profilo storico editoriale
“Compagni e amici lavoratori, torniamo a voi per la seconda volta con il nostro giornale ed ancora una volta ci rivolgiamo a tutti voi per avere la vostra collaborazione. Funzione del giornale, oltre che dare una visione ed un indirizzo chiari e precisi, è anche quella di portare alla ribalta i piccoli e grandi problemi che ogni giorno ci troviamo davanti, dentro e fuori della fabbrica. (...) È necessario che da noi tutti venga l’impegno a contribuire perché il giornale, nato per l’idea di alcuni operai, diventi patrimonio di tutti i lavoratori, attraverso l’impostazione di un dialogo che proietti tra le nostre pagine la viva voce ed i reali problemi dei lavoratori della Edison”, M.A., Il nostro impegno continua.
La pubblicazione, curata dalla Sezione interna del Pci della Edison, è fortemente critica nei confronti della politica del centrosinistra. In terza pagina l’articolo Estremisti e parolai. Estremisti e revisionisti uniti contro la classe operaia è un duro attacco alla forze socialdemocratiche e ai movimenti extraparlamentari (“Potere operaio” e “Quaderni rossi”) accusati di essere anarchici e non marxisti; in quarta pagina è pubblicata un’intervista a Gian Mario Vianello. In definitiva alle vicende dell’Edison è dedicato solo un breve cenno nell’articolo in terza pagina sullo sviluppo industriale.
Reperibilita`
Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della Società contemporanea
Collocazione
Filcea
Consistenza
Luglio 1964
Conservazione
Buona
Compilatore
Marco Borghi

per ingrandire l'immagine clicca qui