Vita periodico
1925-1927
Titolo
La Checa
Sottotitolo
Petegola ogni setimana [da I, n. 19 (15 novembre 1925), perde questa prima parte del sottotitolo] Senza pretese - senza politica - senza ofese [da III, n. 22 (29 maggio 1927)] “L’Organo più serio del Veneto”
Motto
“Nata de Lugio per no pagar la comare” [fino a II, n. 23 (6 giugno 1926)]
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Stamperia Querci della Rovere
Sede
Direzione e redazione: Cannaregio, San Canzian n. 5358 [da II, n. 1 (3 genaro 1926)] Direzione, redazione e amministrazione: campo S. Bortolomio, n. 5042 (poi n. 5040)
Numero pagine
4
Formato
41x27 [da I, n. 4 (2 agosto 1925)] 45x30,5 [da I, n. 11 (20 settembre 1925)] 51x35
Prezzo
10 schei, 20 schei [da I, n. 11 (20 settembre 1925)] a.a. 10 franchi [da  22 agosto 1926] a.a. 15 franchi [da III, n. 27 (29 maggio 1927)] a. sost. £. 20
Periodicita`
Settimanale
Cronache locali
Si
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Direttore responsabile: Guido Carrer
Firme e collaboratori
el cronista de giro, sorze, el ganzer, gratadina, orsola, Koso, G.B.V., Bepi Larese, el muso da rondon, Ager, ‘gostin Bordelo, La Checa, Prete Lovo, el gobo, Mortadela, Licarde, asterisco, Emme Alizesfilo, Sessola, Scienza, La Sferza, el moro de Piazza, il Gong, Nando, Orinal, Rafa [Raffaello Michieli], Eugenio Genero, Ennia Clarice Pedrocco, Giorgio Cedolin
Profilo storico editoriale
“Ai letori, senza pretese, senza politica, senza ofese, eco el zornal che presentemo a titolo de calmier per ‘na palanca, convinti che tuti i veneziani e citadini in genare ghe farà bona çiera e... tornarà a comprarlo, essendo nostra ferma intenzion de mantegnirlo moral, satirico e san de spirito, in modo, che qualunque lo possa lezar senza distinzion. Nata de Lugio per no pagar dazio e la comare (come dixe el vecio proverbio) la farà el possibile de acontentar tuti, basta he la colaborazion sia curta, bela e de bon gusto. Co’ ste bone intenzion nualtri prinçipiemo, augurandoghe ai nostri letori feliçità per molti ani, soldi e tempo da gòderli!!!”, cfr. La redazion, Presentazion!, I, n. 1, 12 luglio 1925).
Il giornale, interamente redatto in dialetto veneziano, pubblica vignette, poesie satiriche e brevi barzellette, generalmente con un forte contenuto locale (soprattutto Venezia, ma anche Mestre e Mogliano). Frequenti sono le poesie di Eugenio Genero e di Giorgio Cedolin, i racconti non satirici e le poesie di Ennia Clarice Pedrocco. Anche se il periodico afferma di non interessarsi di politica, in realtà se ne occupa, con tono satirico e tendenzialmente filofascista. Originale la lettera-editoriale in versi del 13 dicembre 1925 indirizzata da ‘Gostin Bordelo a Mussolini, in cui gli si chiede di rendere possibile indossare le maschere durante il carnevale:
“Eçelenza! Eçelenza mi la prego/de volerme compatir! / se de farghe ‘na proposta / me parmeto tanto ardir.
Che se povari xe i versi / no i xe scriti nò da un mato / ma da chi vol vedar bessi / ne le casse de lo Stato. (...)
Che le mascare da ani / xe in Italia proibie / no ghe xé più mascarate / nè le bele compagnie.
Molti e molti per boresso / i vorave mascararse; / come far se i ga paura / una multa de ciaparse?
Se fa presto i se ghe mete / una TESSARA-PERMESSO / e co un dolaro i se cava /  tuto quanto el boresso.
Che la TESSARA valevole / sia per tuto ‘l carneval, / che no possa esser çedibile, / ma soltanto personal.
In sto modo quà Eçelenza / mi prevedo neti neti / ne le casse de lo Stato / çentomila dolareti”.
Supplementi
Strenna di Natale e Capod’anno, supplemento al nn. 51-52 (26 dicembre 1926), pp. 26, Arti Grafiche U. Spalmach; n. 14 (4 aprile 1926) fascicolo straordinario di 12 pagine; in occasione del 25 aprile 1926, esce un numero di 6 pagine intitolato “Viva il re!”.
Annotazioni
Dal n. 22 (29 maggio 1927), con il mutamento del sottotitolo, il giornale acquista il seguente sovratitolo “Il Giornale Umoristico”. Il supplemento n. 51-52, “La Checca” [vedi scheda], è conservato alla Biblioteca Nazionale Marciana.
Reperibilita`
Museo Correr
Collocazione
Giorn. B 25
Consistenza
I, n. 1 (12 luglio 1925) - I, n. 25 (8 pagine per natale); II, n. 1 (3 gennaio 1926) - II, n. 51 (19 dicembre 1926); III, n. 1 (2 gennaio 1927) - III, n. 12 (20 marzo 1927); III, n. 22 (29 maggio 1927) - III, n. 25 (19 giugno 1927)
Conservazione
Buona-mediocre
Compilatore
Giulia Albanese