Vita periodico
1944-1945
Titolo
Il Novelliere
Sottotitolo
Antologia quindicinale di letteratura narrativa
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Tipografia de “Il Gazzettino”
Sede
Direzione, redazione e amministrazione: S. Vio 870 [da I, n. 7 (20 maggio 1944)] Redazione e amministrazione: San Bartolomeo 5238 [da I, n. 8 (5 giugno 1944)] Direzione e amministrazione: San Bartolomeo 5238
Numero pagine
8 [da I, n. 12 (20 agosto 1944)] 6 [da I, n. 19 (5 dicembre 1944] 4
Formato
59x41,5
Prezzo
£. 3, a.o. £. 65, a. ben. £.500, a. sost. £. 2.000 [da I, n. 6 (5 maggio 1944)] £. 4, a.a. £. 85 [da II n. 3 (5 febbraio 1945)] £. 5, a.a. £. 110
Periodicita`
£. 3, a.o. £. 65, a. ben. £.500, a. sost. £. 2.000 [da I, n. 6 (5 maggio 1944)] £. 4, a.a. £. 85 [da II n. 3 (5 febbraio 1945)] £. 5, a.a. £. 110
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Direttore responsabile: Alessandro Ronzon
Profilo storico editoriale
Il periodico, di grande formato, esce durante la fase più drammatica e violenta della guerra senza nessuna nota di presentazione. Sono pubblicati racconti e novelle (a volte solo brani, altre volte a puntate) di autori affermati e meno noti della tradizione letteraria nazionale ed europea (Giovanni Verga, Alfredo Panzini, Guido Gozzano, Wilhelm Hauff, Miguel de Unamuno, Adalberto Chamisso, Enrico Nencioni, Luigi Pirandello, Giovanni Papini, Agnolo Firenzuola, Guy de Maupassant, D. Szabò, Jack London, Umberto Fracchia, Gabriele D’Annunzio, Carmen Sylva, E. Guardascione, Krimer, E.T.A. Hoffmann, I.U, Targhetti, Giuseppe Mazzini, Nino Costa, Salvatore Di Giacomo, Andrea Birabeau, Giuseppe Baretti, Luigi Capuana, Hans Carossa, Wolfang Goethe, Sergio Luconi, Francesco De Sanctis, Fernando Martini, Giuseppe Giacosa, Collodi, Renato Fucini, Lorenzo Viani, Fernan Caballero, Alfonso Daudet, Antonio Manetti, Onorato Balzac, Alfredo Oriani, Gaspare Gozzi, Grazia Deledda, Leo Torrero, Edmondo De Amicis, Antonio Fogazzaro, Edgar A. Poe, Emilio De Marchi, Leone Tolstoi, Stendhal, A.G. Cagna, Gustav Flaubert, Cesare Donati, Alberto Bertolini, Arturo Zanuso, Bruno Cicognani, Ippolito Nievo, Giuseppe Errico, Ugo Foscolo, Arrigo Boito, Carlo Goldoni, Milena Milani, George Sand, Giovanni Segantini, Carlo Bertolazzi, Ruggiero Romano). L’impressione è che il periodico sia stato pubblicato per offrire ai lettori un momento di distensione e di distrazione; piuttosto scarsi, infatti, sono i riferimenti alla situazione politica e militare e, rispetto ad altre pubblicazioni edite durante la Repubblica sociale italiana, la propaganda è molto contenuta. Non mancano, tuttavia, riferimenti di carattere politico e ideologico: alcuni testi sono utilizzati in chiave antiamericana (come Vita di galera di Jack London, o brani di Autobiografia degli Stati Uniti, a cura di M. Napolitano Martone, G.E. Domus, Milano) o antisovietica: cfr. P. Caporilli, I massacri della Ceka, I, n. 8 (5 giugno 1944) e Il cancro bolscevico, I, n. 13 (5 settembre 1944), frequenti gli aforismi di Mazzini e D’Annunzio.
Annotazioni
Il periodico esce con l’autorizzazione del ministero della Cultura Popolare della Repubblica sociale italiana. La pubblicità è molto contenuta e circoscritta all’ambito editoriale.
Reperibilita`
Biblioteca Nazionale Marciana
Collocazione
Giorn. 122
Consistenza
I, n. 1 (15 febbraio 1944) - II, n. 6 (20 marzo 1945)
Conservazione
Buona
Studi e bibliografia
M. Borghi, La stampa della RSI 1943-1945, Milano, Guerini e Associati, 2006. 
Compilatore
Marco Borghi