Vita periodico
1924-1925
Titolo
La Nuova Venezia
Sottotitolo
Giornale di battaglia dei futuristi veneziani [solo nel primo numero]
Motto
[da II, n. 14 (15 agosto 1925)] Noi saremo ovunque saranno gli interessi e le fortune di Venezia...
Luogo di pubblicazione
Venezia
Tipografia - Casa editrice
Stabilimento linotipografico A. Grassi [da I, n. 4 (22 giugno 1924)] Tip. Frat. Querci  [n. 7 (22 agosto 1924)] Arti Grafiche U. Spalmach [da II, n. 14 (15 agosto 1925)] Industrie Grafiche Veneziane
Sede
Direzione e amministrazione: S. Aponal 1316 [da II, n. 14 (15 agosto 1925)] Direzione e amministrazione: Castello 2126 (sede provvisoria)
Numero pagine
4
Formato
43,5x27,5 [da I, n. 7 (22 agosto 1924)] 49,5x34,5
Prezzo
Cent. 10 [da n. 4 (22 giugno 1924)] a. sost. £. 10 [da n. 10-11 (22 novembre 1924)] cent. 20 [da II, n. 14 (15 agosto 1925)] a.a. £. 5 [da II, n. 18 (14 settembre 1925)] a.a. £. 10
Periodicita`
Irregolare (ogni venti giorni circa)
Cronache locali
Si
Pubblicità
Si
Organi direttivi
Direttori: Renzo Bertozzi, Paolo Foscari; gerente responsabile: Stefano Rinaldi [da n. 5 (15 luglio 1924)] Direttore responsabile: Renzo Bertozzi
Firme e collaboratori
Paolo Foscari, Renzo Bertozzi, b., n.z., l.v., r.b., Presenzini Mattoli, Lario Zanni, T.L., Enrico Prampolini, Gioacchino Volpe, Silvio Mix, Luciano Corona, Luigi Tommaseo, Aldo Zoppolato, Emilio Mario Dolfi
Profilo storico editoriale
“Con questo numero di protesta contro la XIV Biennale inizia le sue pubblicazioni il nuovo giornale di battaglia dei Futuristi veneziani. «La nuova Venezia» inizierà subito la sua battaglia di purificazione contro tutta quella folla di piccoli e miseri uomini, che sotto la maschera di proteggere l’arte e le caratteristiche della nostra città, attentano alla vita e alla prosperità di Venezia, per soddisfare i loro bassi calcoli d’interesse personale. In questa campagna, noi saremo implacabili, guidati solo da un’unica fede e un’unico [sic] scopo: fare di questa Venezia una città grande, potente, prospera, futurista purificata finalmente da tutti gli imbecilli, gli incoscienti, i parassiti, i farabutti, i ruffiani”, Riquadro pubblicato in quarta pagina sul primo numero; nel numero successivo il giornale si propone di fare una “campagna inflessibile contro il vecchiume, il parassitismo, la camorra che imperano sovrane a Venezia. (...) Noi siamo giovani ed è questo il nostro vanto, non abbiamo interessi da difendere né persone da sostenere, non ambiamo a cavalierati e a commende, non andiamo in cerca di lauti stipendi, non abbiamo forniture nè ferri battuti da offrire al Commissario Straordinario; siamo solo mossi da grande amore per questa nostra città, e vogliamo vederla ancora una volta grande, potente, prospera, degna del suo passato d’impero. Siamo giovani e siamo ancora pochi, non importa; domani saremo molti e allora daremo il calcio definitivo a tutta questa genia di incoscienti, di rammolliti, di fessi, di canaglie che han fatta serva di Venezia per dar sfogo ai loro sconci desideri”, cfr. Editoriale, II, n. 2 (11 maggio 1924).
La linea politico-editoriale del periodico si caratterizza per un marcato interesse nei confronti dei movimenti artistici, in modo particolare al futurismo di cui vengono spesso riportati brani di Marinetti e pubblicizzati suoi libri. Polemizza aspramente con gli organi dirigenti della Biennale per l’organizzazione dell’esposizione artistica (tranne il padiglione russo). Il giornale si fa anche promotore dell’espansione della città in terraferma e dell’annessione dei comuni limitrofi. Particolarmente pungenti e frequenti sono le critiche indirizzate al commissario straordinario al Comune Davide Giordano; anche con la Federazione Provinciale dei Fasci di Combattimento i rapporti non sembrano essere dei migliori. Sul n. 15 (24 agosto 1925) Renzo Bertozzi annuncia ai lettori il suo congedo da direttore del giornale.
Annotazioni
L’annata, in numeri romani, viene segnalata solo dal 1925. Con il mutamento del formato (22 agosto 1924) il titolo cambia di colore ad ogni numero. I nn. 2-15 conservati alla Biblioteca Querini Stampalia sono in duplice copia.
Reperibilita`
Museo Correr; Biblioteca Querini Stampalia
Collocazione
Mc: Giorn. B 17/b
Bqs: Per. A. 92/A
Consistenza
Mc: n. 2 (11 maggio 1924) - II, n. 12-13 (13 gennaio 1925)
Bqs: n. 1 (25 aprile 1924) - II, n. 15 (24 agosto 1925); II, n. 18 (14 settembre 1925)
Conservazione
Buona (Bqs)
Studi e bibliografia
C. Salaris, Bibliografia del futurismo 1909-1944, Roma, Stampa Alternativa, 1988, p. 100; L. Grueff, “La nuova Venezia”, in Il dizionario del futurismo, K-Z, a cura di E. Godoli, Firenze, Vallecchi, 2001, pp. 800-801.
Compilatore
Giulia Albanese - Marco Borghi